IL MARE , LA LUNA, IL SOLE

Come immaginare Napoli senza il mare o senza la luna o senza il sole? Impossibile! Cosa ne sarebbe delle canzoni e delle poesie che hanno, da sempre, tratto ispirazione da queste tre meravigliose cose che la Natura ha voluto donare a questa terra. E quanto più povera sarebbe stata la letteratura napoletana senza la possibilità di riferirsi alla splendente bellezza del Golfo. E che dire della pittura: la scuola di Posillipo sarebbe stata solo un susseguirsi di paesaggi campestri.

"M ’è arrivata stammatina ‘na cartolina; è ‘na veduta ‘e Napule ca m’ha mannata mammema ! Se vede Capre, Proceta, se vede Margellina, ‘nu poco ‘e cielo ‘e Napule: che bella cartolina!”. Così inizia la canzone di De Luca e Buongiovanni cavallo di battaglia della grande Gilda Mignonette.
Che dire poi della dichiarazione d’amore dei due “viecchie prufessure ‘e cuncertino”nella famosissima Dduie Paravise di E.A.Mario che rinunciano al Paradiso perché sono “ ‘e ‘nu paese bello e caro ca tutto tene e nun se fa lassà: Pusilleco, Surriento, Marechiare, ‘o Paraviso nuosto è chillu llà”.
Gli esempi tratti dalle canzoni potrebbero continuare all’infinito ma anche in letteratura non mancano. “’O sole è d’oro” dice uno dei due ciechi nella poesia di Salvatore Di Giacomo ‘E cecate ‘e Caravaggio e il Poeta conclude “….e se stettero zitte.E attuorno a lloro addurava ‘o ciardino e ‘ncielo ‘o sole luceva,’o sole bello, ‘o sole d’oro”.
“ ‘A luna d’ ‘a notte serena, riggina d’ ‘o cielo stellato, menava int’’a stanza nu raggio ‘ndurato; io, tutto ‘ncantato, te stevo a guardà.”. Così Ferdinando Russo nella poesia ‘A luna. Il Poeta concluse la sua vita con i famosi due versi ancora freschi di inchiostro trovati sulla sua scrivania “ Napule ride int’’a ‘na luce ‘e sole chiena ‘e feneste aperte e d’uocchie nire”.

Chist'è 'o paese d''o sole, chist'è 'o paese d''o mare, chist'è 'o paese addò tutt''e pparole sò doce o sò amare, sò sempe parole d'ammore.
Libero Bovio

Giovani Prassi - L'approdo / Gennaro Villani - Pescatori a Donn'Anna / Procida - Il Porto / Teodoro Duclere - Il golfo

La parola La musica La prosa La pittura Gli emergenti La parola La musica La prosa Riflettendo Gli emergenti Chi siamo Eventi Come contattarci Torna alla Home